F.A.Q.          NEWS

Stacks Image 1882
Ancona Senigallia Camerano
071 55160 - 55148 - 64221
Stacks Image 1531

Category    Category    Category    
Category    Category    Category    
Category    Category    Category    
metodo PRK

METODO PRK

Dopo che vi siate seduti e posizionati sotto il laser, vi sarà applicato nell’occhio il Blefarostato (strumento per tenere l’occhio aperto) per evitare lo sbattere delle palpebre.
Sarà usato uno strumento per rimuovere l’epitelio (superficie esterna della cornea) della superficie centrale della cornea. Dopo aver rimosso l’epitelio, la superficie della cornea viene trattata dal raggio laser. Dopo aver medicato con un collirio antibiotico si posiziona sulla cornea una lente a contatto per aiutare ad alleviare il disagio e permette all’epitelio di rigenerare. La lente viene rimossa dopo 3-5 giorni.
Subito dopo l’intervento il 10% dei pazienti trattati ha fastidi per circa 1-2 giorni. Durante questo primo periodo è normale avere maggiore sensibilità alla luce e possono presentarsi effetti visivi particolari (aloni, immagini distorte…). Alcuni pazienti accusano anche un certo grado di “dolore”; questo non è il segno di una complicanza ma può essere una normale reazione a questo tipo di trattamento.

PRK PERSONALIZZATA (CON GUIDA ABERROMETRICA)

Da oggi il tuo intervento su misura



Quello che hai sempre sperato accadesse!
La procedura personalizzata grazie all guida aberrometrica sta creando una nuova era nella correzione laser della vista. Il motivo è semplice, fino ad oggi non c’era mai stata una procedura di correzione laser che offrisse la stessa precisione ed accuratezza di questa procedura personalizzata e su misura per te.
“miopie sia lievi che acute (fino ad 11 diottrie di correzione), ipermetropia, astigmatismo o scompensi della lettura?… “
Con la procedura personalizzata disponibile presso il nostro centro correggere la tua vista oggi è possibile!
La procedura Personalizzata è certificata FDA e dispone dei macchinari laser di ultima generazione!

Quale strumento serve perché un intervento possa essere chiamato “personalizzato”?
L’aberrometro.
E’ questo lo strumento che ti permette di ricevere l’intervento fatto su misura per te!

Come?!
Sottoponendoti ad una serie di test vengono individuate le caratteristiche soggettive della tua visione e viene creata una mappa 3-D delle singole imperfezioni dei tuoi occhi.
Successivamente il processo Personalizzato sfrutta le informazioni digitali della mappa 3D per disegnare un trattamento specifico per ciascuno dei tuoi occhi.

Quali sono le differenze tra PRK e PRK Personalizzata?
Quando ti sottoponi alla procedura PRK PERSONALIZZATA presso il nostro centro, ricevi un trattamento completamente integrato e personalizzato basato su una tecnologia per la correzione della vista avanzata ad ogni step grazie al sistema della guida aberrometrica.

Qualè la differenza? In cosa consiste la guida Aberrometrica?
La guida aberrometrica permette di creare un vero e proprio profilo personalizzato della vista.
Il primo step nella procedura PRK PERSONALIZZATA è quello di sottoporti ad una serie di test che individuino le caratteristiche soggettive della tua visione attraverso l’uso di una tecnologia Aberrometrica di ultima generazione .
Il sistema Aberrometrico crea una mappa 3-D delle sole imperfezioni dei tuoi occhi. Successivamente il processo Personalizzato sfrutta le informazioni digitali della mappa 3D per disegnare un trattamento specifico e su misura per ciascuno dei tuoi occhi.

Vedrai la differenza!!
Vieni a trovarci per ricevere maggiori informazioni!
.

metodo I-LASIK

METODO I-LASIK

Nella “Lasik” il modellamento viene fatto più profondamente dopo aver “slamellato” la cornea. L’epitelio e gli strati superficiali non vengono quindi alterati.
Questa metodica permette di avere meno fastidi post-operatori ed un recupero visivo più rapido.

SONO UN CANDIDATO?


open // close

Perché operarsi
milioni di persone l’hanno fatto

la ragione: LIBERTA’

con un’operazione laser puoi:
  • praticare sport…
  • migliorare la tua vita sociale
  • vedere chiaramente quando ti alzi… e durante tutto il giorno!
  • eliminare le spese per occhiali o lenti a contatto
  • migliorare il tuo aspetto fisico
  • è sicuro, comodo e veloce
  • ampliare le opportunità professionali

Procedure a confronto
Esistono vari laser ad eccimeri che funzionano con tecnologie diverse ma la più importante innovazione stà nell’uso dell’EYE TRACKER, un dispositivo che permette al raggio laser di “seguire” i movimenti dell’occhio durante il trattamento; ciò è particolarmente utile se si pensa che l’intervento viene eseguito senza anestesia.

Scelta del laser
Esistono vari laser ad eccimeri che funzionano con tecnologie diverse ma la più importante innovazione sta nell’uso dell’EYE TRACKER, un dispositivo che permette al raggio laser di “seguire” i movimenti dell’occhio durante il trattamento; ciò è particolarmente utile se si pensa che l’intervento viene eseguito senza anestesia.

IN COSA CONSISTE L’OPRAZIONE CON IL LASER?


open // close

Fattori essenziali all’idoneità

PER VALUTARE L’IDONEITA’ AL TRATTAMENTO VANNO VALUTATI ALCUNI IMPORTANTI PARAMETRI PRESENZA DI MALATTIE OCULARI

Alcune malattie dell’occhio precludono la possibilità di un’operazione laser. Altri pazienti possono essere trattati meglio con una procedura rispetto ad un’altra. Il medico dovrà stabilire il tipo di intervento più adatto dopo aver preso in considerazione le caratteristiche visive del paziente e aver sentito quali sono le aspettative.

REFRAZIONE OCULARE

Molti fattori debbono essere valutati per decidere se siete un buon candidato. Il primo fattore è il controllo della stabilità della vista che deve rientrare nei valori della chirurgia laser.
Sebbene quasi tutti gli errori di refrazione possono essere trattati con il laser, alcuni casi estremi sono meglio trattati con altri metodi come le lenti intraoculari con o senza la rimozione del cristallino naturale.

LEGGERE
L’operazione con il laser generalmente modifica la visione per lontano. Dopo i quarant’anni si inizia ad avere bisogno degli occhiali per leggere bene (il visio di refrazione si chiama presbiopia).
Il medico e il paziente devono discutere di tutte le opportunità che questo intervento può offrire. la presbiopia in questo momento non conviene operarla perchè ancora i risultati che abbiamo ottenuto non sono duraturi. Teniamo a precisare che sono stati tentati diversi approci chirurgici propriamente detti in quanto il laser non è efficace, con le caratteristiche attuali, per risolvere anche questo problema. Speriamo di trovare presto soluzioni anche per questo.

STABILITA’ DELLA REFRAZIONE
E’ importante che la vostra vista sia stabile da almeno due anni.
Se negli ultimi due anni c’è stato un brutto peggioramento è consigliabile aspettare finché la vista non risulti stabile.
Importanti sono anche l’età e le aspettative cliniche.

DIAMETRO PUPILLARE
condizioni di luce che di oscurità. Questo può precludere la possibilità di un intervento laser in quanto si potrebbe incorrere in disturbi di una certa portata durante il giorno, soprattuto nelle ore serali.
Se il vostro lavoro consiste principalmente nel guidare di notte, è cosa consigliabile che ne parliate con il vostro dottore per non rischiare di avere gravi problemi.
Le nuove tecnologie lasers hanno migliorato molto questi sintomi.

*MEDICAZIONI O MALATTIE
Alcune malattie di tipo internistico e i medicinali usati per i trattamenti talvolta determinano una situazione di maggior rischio per il risultato del trattamento laser.
Non abbiate timore di parlare col Dr. Benedetti delle terapie in atto; è essenziale che il paziente venga studiato in tutte le sue caratteristiche per avere un ottimo risultato

*CARATTERISTICHE DELLA CORNEA
Esami aggiuntivi da parte del medico della superficie corneale:
* Topografia * Topografia ottica * Microscopia confolare * Foto endoteliale
Topografia della cornea è un’analisi computerizzata della forma della vostra cornea. A causa di condizioni come il keratocono alcune cornee non possono effettuare l’intervento con il laser. Si ribadisce che è indispensabile studiare a fondo le caratteristiche oculari per non incorrere in problemi seri post-intervento.

*GRAVIDANZA
Non è possibile operare donne in gravidanza Queste devono aspettare molti mesi dopo aver terminato di allattare prima di potersi operare.

*ETA’
Può essere efettuato su pazienti che hanno più di diciotto anni.
I pazienti anziani con cataratta non possono sottoporsi all’intervento.
Talvolta prendiamo inn considerazione questo tipo di operazione anche in pazienti di una certa età per migliorare astigmatismi post-interventi convenzionali, per migiorare in sintesi i risultati post-intervento di cataratta o altro.

*CARATTERISTICHE PSICOLOGICHE
L’intervento con il laser restituisce un’eccellente vista naturale nella maggior parte dei casi ma non dà una vista perfetta come quella di un soggetto normale.
Il paziente che si aspetsti una vista perfetta e non valuta l’importanza di un sostanziale miglioramento di essa, non è un buon candidato.
Ecco perchè nella valutazione dei risultati è indispensabile colloquiare con il medico per relazionare i possibili risultati dell’operazione con l’attività giornaliera del paziente, la sua attività, i suoi hobbies, le sue aspettative.

Laser Vision & occhiali da vista
Laser Vision
- Dopo i quarant’anni si tende ad avere disturbi di messa a fuoco. Se viene corretta la miopia, è probabile che avrete bisogno degli occhiali per leggere (dipende dall’entità). Lasciando un po’ di miopia si può ritardare al paziente il momento di mettere gli occhiali per leggere. Spesso si consiglia di provare a mettere le lenti a contatto perchè la visione che si ottiene dopo il trattamento si avvicina di solito a quella che si ha con le lenti.

Essere Preparato
Aspettative realistiche/risultati
*RISULTATI TIPICI

Lo scopo dell’intervento è quello di ridurre o eliminare la dipendenza da occhiali e lenti a contatto.
Il risultato non è sempre 10/10.
Il 95% dei risultati si aggirano intorno al 10/10.
Il risultato varia molto a seconda dell’entità della miopia da correggere.

OGNUNO È DIVERSO
Ogni persona è unica e ognuno recupera dall’intervento in modo diverso.
Sul recupero veloce della vista influisce:

* L’età (più anni avete, piiù sarà lento il recupero). * Tanto maggiore è il valore della miopia in diottria da correggere tanto più il risultato sarà variabile e meno preciso. * Spessore corneale (più la cornea è sottile più effetti indesiderati sono possibili).

SINTOMI TEMPORANEI POST-INTERVENTO
Occhi secchi, aloni, bagliori e ombre nelle ore serali e alcune difficoltà nel leggere sono comuni. Questo tipo di effetti temporanei durano le prime 2 settimane dopo l’intervento LASIK. Comunque, molti pazienti che avevano questi sintomi prima dell’intervento riferiscono miglioramenti dopo il LASIK.

OCCHI SECCHI: molte persone hanno disturbi con le lenti a contatto, ciò è dovuto alla secchezza oculare. Con l’intervento lasersi elimina l’uso delle lenti a contatto e migliora quindi questa condizione. Dopo l’intervento laser le condizioni della lacrimazione tendono ha migliorare perchè gradualmente la cornea e la congiuntiva tornano alla normalità. Se la secchezza oculare pre-operatoria fosse elevata si rende necessario l’esame del film lacrimale.

LUCI, BAGLIORI ED ALONI: Quasi tutti riferiscono nelle prime settimane di vedere aloni intorno alle luci; di notte si notano striature intorno alle luci. Generalmente più sono i decimi di vista da recuperare, più grande è la pupilla e più a lungo durano questi sintomi. Nella maggior parte dei casi si migliora entro le prime due settimane ma i disturbi possono durare anche mesi. Approssimativamente il 20% delle persone ha sintomi permanenti di notte e l’1% di queste lo considera una cosa fastidiosa. Ci sono trattamenti che possono alleviare questi disturbi ma non è sempre possibile prevederli.

OCCHIALI DA VISTA
molti miopi possono aver bisogno degli occhiali per leggere subito dopo l’intervento.

LASER VISION É UN’INTERVENTO CHIRURGICO

  • tutti gli interventi chirurgici hanno dei rischi;
  • 1 su 100 non ottiene la correzione della vista come con occhiali o lenti a contatto (20/20);
  • parlatene con il vostro dottore se avete dei problemi;
  • molte complicazioni possono essere trattate;
  • é importante comprendere i rischi e valutarli nel pre-operatorio;
  • si deve comprendere quali sono i vantaggi dell’operazione e quali i possibili, anche se percentualmente scarsi, svantaggi sulla qualità di vista.

PREPARARSI ALLA CONSULTAZIONE

E’ importante avere una scheda medica completa, incluse le allergie.
Dovete avere la vista stabile da almeno due anni e far presente al medico se:

  • avete una ferita nell’occhio;
  • avete avuto un’infezione nell’occhio o un forte dolore;
  • al mattino vi svegliate con dolore agli occhi (potrebbe essere sintomo di ricorrenti problemi congiuntivali, corneali o alterazioni della lacrimazione);
  • soffrite di claustrofobia;
  • siete ansiosi;
  • dipendete dai sogni;
  • la vostra attività quotidiana é leggere;
  • non riuscite a stare disteso ed immobile;
  • avete difficoltà con lenti a contatto (può essere causato dalla secchezza dell’occhio);
  • non potete eseguire le visite post-intervento;

Le lenti a contatto possono alterare la vostra cornea e possono dare false letture ai sensibili strumenti usati nell’esame pre-intervento. Così, se voi portate:

  • lenti a contatto morbide – non portatele per almeno cinque giorni prima della visita;
  • lenti a contatto rigide – toglietele per almeno 2 giorni. Se per esempio, le portate da 20 anni riducetene l’uso al minimo;
  • lenti a contatto fisse – toglietele per almeno tre settimane prima della visita.

Eventuali problemi di cornea da lenti a contatto vengono evidenziaati con esami particolari come la microscopia confocale (fotografia di tutti gli strati della cornea) e la topografia corneale, che ne documenta la conformazione.

La consultazione

E’ importante che esponiate tutte le vostre preoccupazioni ed ansietà che potreste avere prima dell’intervento.
Quasi tutti hanno delle preoccupazioni.

  • essere chiari per quanto riguarda le ragioni della vostra decisione all’intervento;
  • é normale essere nervosi;
  • vi saranno date spiegazioni su esami e valutazioni;
  • se non siete un candidato oggi, potreste esserlo domani;
  • potreste essere chiamati a ripetere i controlli;
  • siate sicuri prima di firmare per il consenso.

ESSERE UN BUON PAZIENTE

  • Se pensate che l’intervento possa migliorare la vostra vita e il vostro lavoro.
  • Le aspettative troppo ottimiste possono creare un paziente insoddisfatto.
  • Seguire correttamente le istruzioni sulle vostre lenti.
  • State calmi e rilassati durante l’intervento.
  • Durante l’operazione guardate sempre fisso nella luce rossa.
  • Per guarire velocemente prendete regolarmente e in modo esatto le medicine prescritte.
  • Non strofinate o strizzate gli occhi e portate la protezione.
  • Riferite al vostro medico ogni diminuzione della vista.
  • Riferite se avete sintomi di visione strana nelle ore serali.

I-LASIK personalizzata

Vuoi liberarti da occhiali e lenti a contatto?
Con il trattamento Lasik personalizzato,oggi puoi!


Sogni da tempo di fare a meno dei tuoi scomodi occhiali o delle tue lenti a contatto?
Vuoi guadagnare quella libertà di fare qualsiasi cosa, che oggi hai perduto?
Vuoi sentirti più in forma più bello e sicuro?
Conquistati e fatti conquistare dalla tecnologia LASIK PERSONALIZZATA!

In cosa consiste?

Quando ti sottoponi alla procedura LASIK PERSONALIZZATA presso il nostro centro, ricevi un trattamento completamente integrato e personalizzato basato su una tecnologia per la correzione della vista avanzata ad ogni step.

Step 1 – Creare il tuo profilo personale della vista, l`Aberrometro.
Il primo step nella procedura iLASIK è quello di sottoporti ad una serie di test che individuino le caratteristiche soggettive della tua visione attraverso l’uso di una tecnologia Aberrometrica di ultima generazione. Il sistema Aberrometrico crea una mappa 3-D delle sole imperfezioni dei tuoi occhi. Successivamente il processo Personalizzato sfrutta le informazioni digitali della mappa 3D per disegnare un trattamento specifico e su misura per ciascuno dei tuoi occhi.

Step 2 – Creare il flap corneale LASIK personalizzato
La procedura LASIK personalizzata usa esclusivamente una tecnologia avanzata. L’approccio utilizzato per tagliare la cornea è completamente in assenza di dolore e serve per creare quel sottile lembo di tessuto che il chirurgo deve sollevare per eseguire il tuo intervento LASIK personalizzato.
Questo metodo permette di raggiungere risultati eccezionali infatti è più probabile raggiungere una visione pari a 10/10 quando è usato questo metodo con il nostro laser a Femtosecondi*.
Altri studi dimostrano che, tra quei pazienti che si sono sottoposti ad un intervento LASIK creando il flap con la lama del microcheratomo in un occhio e con il metodo LASIK personalizzato nell’altro, la visione con l’occhio trattato con il laser a Femtosecondi con il quale operiamo nel nostro centro è stato di gran lunga preferito in un rapporto di 3 a 1. (tra quei pazienti che hanno dato una preferenza)**.

Step 3 – La tua correzione laser della vista
Una volta ottenuto il tuo profilo personale attraverso la nostra tecnologia Aberrometrica e ottenuto il tuo flap cornale in assenza di lama usando l’esclusivo metodo con il Nostro laser a Femtosecondi, la tua vista può essere corretta usando il trattamento Personalizzato attraverso la procedura LASIK personalizzata.
Questo metodo esclusivo ha ottenuto l’approvazione FDA per trattare il più ampio raggio di difetti della vista possibili, tutti i tipi di miopia, sia lievi che elevate, presbiopia ed ogni tipo di astigmatismo! Studi clinici*** dimostrano che un anno dopo il trattamento:
• Il 100% dei pazienti miopi e più del 95% degli altri pazienti dello studio clinico ha passato il test di guida senza occhiali e lenti a contatto
• Il 98% dei pazienti affetti da miopia sia lieve che elevata e almeno 3 su 4 pazienti dello studio clinico erano in grado di vedere 10/10 o meglio senza occhiali o lenti a contatto
• Le persone affette da miopia sia lieve che acuta erano davvero soddisfatti della propria visione notturna post intervento rispetto alla visione precedente al trattamento.
 
*. (TanzerDJ, Shalhorn SC, Brown MC, et al. Data on file, IntraLase Corp. 2005)
**. (Durre DS. Randomized prospective clinical study of Lasik: IntraLase versus mechanical keratome. Subsets presented at: Meeting of the international Society of refractive surgery of The American Academy of Oftalmology; November 14-15, 2003; Anaheim, Ca; American Society of Cataract and Refractive Surgery: Science eand Practice; October 22-23, 2004; New Orleans, La; American Society of Cataract and Refractive Surgery Simposium; April 15-20, 2005; Washington, DC.).
***. ( Data on file. VISX, incorporated. FDA Custom Vue procedure clinical trias; 2003, 2004, 2005, 2007).

Lenti premium

LENTI PREMIUM

La chirurgia della cataratta, come è noto, consiste nel rimuovere il nostro cristallino divenuto opaco sostituendolo con uno artificiale (IOL).
Le lenti che vengono impiantate (cristallini artificiali o IOL) non sono però tutte uguali.
Si distinguono infatti:

Lenti monofocali "normali" Sono lenti in grado di correggere miopia e ipermetropia ma non l'astigmatismo nè la presbiopia. Si dicono monofocali perchè la visione senza occhiali si ha solo per una determinata distanza (lontano, media distanza o vicino) in base a come si "tara" la lente. Ciò significa che per le altre distanze si dovranno portare gli occhiali.

Lenti PREMIUM Sono una vasta categoria di lenti intraoculari chiamate LENTI PREMIUM che attraverso un evolutissima tecnologia sono in grado di correggere non solo miopia e ipermetropia, ma anche l'astigmatismo (associato quasi sempre ad ipermetropia o miopia) e la presbiopia. A questo proposito si distinguono:

  • Lenti toriche sono lenti monofocali come le IOL normali, ma correggono l’astigmatismo. Con una IOL torica almeno la visione per la distanza principale di taratura potrà essere buona senza occhiali.
  • Lenti multifocali o diffrattive o a fuoco continuo sono lenti che permettono di correggere non solo il difetto visivo primario miopia o ipermetropia, ma anche la presbiopia garantendo al paziente di avere una buona vista senza occhiali sia per lontano che per vicino.
  • Lenti multifocali toriche o diffrattive toriche o a fuoco continuo toriche sono lenti in grado di correggere in un unica soluzione tutti i difetti: miopia ipermetropia astigmatismo e presbiopia.
  • Lenti refrattive

Un altro grande vantaggio di queste lenti è rappresentato dal fatto che alcune di queste sono provviste di un filtro giallo contro i raggi ultravioletti e sono quindi in grado di proteggere l'occhio dalle maculopatie senili ad essi correlate.

Con approfonditi studi preoperatori e a seconda delle caratteristiche individuali, il Dr. Benedetti saprà consigliare il tipo di lente intraoculare più adatta ad ogni paziente e ad ogni esigenza.

E' importante sottolineare che tuttavia non sempre le caratteristiche del paziente o l'entità del vizio di refrazione molto elevato permettono di utilizzare queste IOL, ognuna di queste lenti ha il suo range massimo di correzione, per cui un attenta valutazione del paziente nella sua complessità è imprescindibile da questo tipo di chirurgia.

Lenti intraoculari FACHICHE

IMPIANTO DI LENTI INTRAOCULARI

Le lenti intraoculari fachiche, chiamate anche IOL fachiche, sono una nuova opzione per le persone che cercano una correzione permanente ai disturbi visivi piu' comuni come la miopia. Queste lenti che somigliano alle comuni lenti a contatto, sono posizionate tra la cornea e l'iride.

Rappresentano un'alternativa chirurgica alla LASIK/PRK per quei pazienti in cui la chirurgia refrattiva laser è controindicata (miopie elevate, cornee sottili...).

Diversamente dalla LASIK/PRK in questa procedura la correzione del difetto refrattivo si ottiene non modificando la curvatura della cornea, ma mettendo una lente all'interno dell'occhio (come funzionano gli occhiali o le lenti a contatto)
Sono lenti simili alle lenti intraoculari IOL utilizzate nell'intervento di cataratta, con la differenza che queste sono posizionate in occhi che mantengono il loro cristallino naturale (non come nell'intervento di cataratta in cui la IOL prende il posto della lente naturale che e' diventata annebbiata).

Stacks Image 7880

Lenti Verisyse Artisan
Sono lenti fachiche a fissazione iridea pieghevoli. Queste lenti sono formate da un piatto ottico pieghevole in silicone del diametro di 6 mm e da due anse rigide in PMMA.
Vengono impiantate attraverso una piccolissima incisione corneale e fissate all’iride attraverso due semplici manovre. Il grosso vantaggio di queste lenti consiste nel determinare un modestissimo astigmatismo indotto e conseguentemente un recupero visivo molto più rapido rispetto alle lenti fachiche tradizionali.




Le principali indicazioni per l’impianto delle Artisan sono:

  • Età maggiore di 18 anni
  • Miopia (tra le -2 e le -20 diottrie) stabile da almeno 1 anno
  • Astigmatismo uguale o inferiore alle 2 diottrie
  • Buona salute generale
  • Assenza di patologie oculari, quali il glaucoma, la cataratta, l’uveite o altre
  • Diametro pupillare inferiore a 7 mm
Category    Category    Category    
Category    Category    Category    

SEGUICI


SCRIVICI


Auto Reply
Grazie per la vostra richiesta. Vi risponderemo al più presto possibile.

Signature (Supports HTML)
Cordiali saluti
Studio Benedetti

CONTATTACI


Stacks Image 2609
Ancona Senigallia Camerano
071 55160 - 55148 - 64221

Centro Oculistico Dott. Stefano Benedetti, Specialista in chirurgia Oftalmica.
Privacy Policy - Cookie Policy

// UN SITO Sch!Studio //